Cento le città coinvolte dall’Italian Design Day nel Mondo: (“Giornata del Design Italiano nel Mondo – Italian Design Day 2018”). L’Italian Design Day in Cina non solo Pechino e Shanghai.

LINK

Tappa cinese ricchissima per l’Italian Design Day 2018.

Da Roma a Pechino passando per Belgrado e Tel Aviv per toccare 100 grandi città raggiunte da altrettante cariche istituzionali. Infatti, il primo marzo si è aperta la seconda edizione dell’iniziativa che punta a fare del design e l’architettura italiana il cuore della strategia del Ministero degli Affari Esteri “Vivere All’Italiana” per promuovere il sistema produttivo e culturale Made in Italy nel mondo.

Rapporto tra design e sostenibilità

Tema dell’IDD 2018 è stato il rapporto tra design e sostenibilità, un binomio fondamentale in Cina più che altrove per architetti e designer. Infatti, grazie alla capacità dimostrata dalla scuola italiana di tenere vivo il dialogo con il mondo accademico e coniugare l’artigianato di alto livello alla tecnologia avanzata.

sostenibilità, bellezza, qualità e funzionalità:

questi i temi cardine dell’Italian Design Day presentati al pubblico di Pechino (e di tutto il mondo) come chiave dell’eccellenza di architetti e designer italiani. Inoltre, il tema anticipa quello della 22esima edizione della Triennale di Milano in programma per il prossimo anno: “Broken Nature – Design Takes on Human Survival”.

Testimonial dell’appuntamento di Pechino dell’Italian Design Day è stato l’architetto Massimo Roj.

Protagonista di una lectio magistralis per studenti e docenti presenti presso il CAFAM sul ruolo dell’architetto nella società e rapporto tra il lavoro-arte.

Inoltre, lo stesso architetto Roj, ha animato una conferenza dedicata proprio alle declinazioni economiche, ecologiche e sociali del design. Partecipanti:

  • Professor Yang Dongjiang, vicedirettore della Tsinghua University;
  • Frank Chou, l’Architetto cinese e il Chief Representative in Cina di Leonardo;
  • Angelo Cecchini, leader nel campo dell’ingegneria aerospaziale;
  • moderatore: Vittorio Sun Qun, vicedirettore della Beijing Design Week.

A margine altre mostre ed esposizioni a tema IDD, tra cui:

“Italian Design Icons”, dedicata ai prodotti più iconici del Made in Italy degli ultimi 70 anni.

Italian Design Day in Cina 2018: Pechino, Chengdu, Shanghai e Shenzhen

Ma l’appuntamento dell’Italian Design Day 2018 per la Cina non si è fermato al primo marzo a Pechino. Nella Repubblica Popolare Cinese gli eventi si sono tenuti in contemporanea a Chengdu, Shanghai e Shenzhen.

In particolare, Chengdu ha ospitato multiculturali sessioni di lavori e tavole rotonde tra architetti e designer italiani e cinesi.

Per tutti i professionisti italiani partecipanti, l’IDD è stata un’occasione per mettere sotto i riflettori l’operato degli italiani che lavorano all’estero. Inoltre, è stato messo in risalto quanto il loro lavoro sia centrale per le strategie di internazionalizzazione del Paese. Infatti, grazie a questo lavoro quotidiano si può continuare ad affermare l’

equazione tra Italia e Design, come è stata affermata proprio da Massimo Roj a conclusione del suo intervento.

 

L’Italian Design Day è un progetto di sistema che vede la partecipazione della diplomazia in collaborazione con attori istituzionali: Ministero degli Esteri e dei Beni Culturali, oltre che l’ICE-Istituto per il Commercio Estero. Infatti, coinvolge anche: la Triennale di Milano, ma anche il Salone del Mobile e realtà associative come Federlegno Arredo, Fondazione ADI Compasso d’Oro e Fondazione Altagamma.

Desideri maggiori informazioni sulla prossima Edizione dell’Italian Design Day in Cina? Continua a leggere la pagina che contiene i dettagli dell’associazione architetti e designer italiani in Cina al LINK.

Per altre informazioni puoi contattarci via mail compilando il modulo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *